domenica 15 maggio 2011

LA MORTE E' BUONA


Mi sono innamorato della morte
Non al punto di procurarmela
E neppure di desiderarla
Ma voglio chiederle scusa
Per come gli uomini la trattano.
Perché la morte non è cattiva
Non è lei a privarci della vita
Lei arriva a cose fatte
E ci accoglie con amore
Non dovremmo averne paura
La morte non si veste di nero
Non è uno scheletro
Non miete nessuno con la falce
Perché dovrebbe metterci paura
Se, quando lei arriva,
non c’è più nulla che ci possa spaventare?
La morte è una dolce signora
Che, gentile, ci consola
Che ci accarezza dolce
Che ci stringe tra le braccia
E ci sussurra che, finalmente,
i nostri problemi sono per sempre finiti
che possiamo finalmente rilassarci
che nulla ci darà più fastidio
di non avere rimpianti
di non guardare indietro
che la nostra vita è finita
ma noi no.

4 commenti:

Inneres Auge ha detto...

La morte è uno degli elementi che garantiscono equilibrio.

NERO_CATRAME ha detto...

E' affascinante ,ma sfuggevole e adesso dopo tanto tempo che sono morto non riesco a innamorarmene,mi sfugge e quando con lo sguardo la invito,si volge altrove eppure verrà il giorno che gli tocca accettarmi,io l'ho già fatto ,è questo che gli fa paura.

il giardino di enzo ha detto...

Lo so che mi ripeto: quando ti leggo, spesso rimango stupito e affascinato da quello che scrivi.
Questa tua è veramente bellissima, grazie

Squilibrato ha detto...

La penso esattamente così. Che, volendo, è una miscela di pensieri, considerando che c'è chi crede nel dopo e chi no, chi crede in un percorso da svolgersi e chi no. Impossibile esista l'ateismo, d'altro canto.
In falsetto.