venerdì 6 maggio 2011

LA DOMANDA


Come può l’uomo pensare di scoprire i misteri del cervello umano
 se per farlo non ha a disposizione altro che il suo cervello?
 E’ come se un insegnante interrogasse sé stesso facendosi quella domanda
 di cui sa di non sapere la risposta.

7 commenti:

roberto ha detto...

pregasi cambiare acido ...

NERO_CATRAME ha detto...

in effetti troppo spesso sarebbe già un lusso che l'usasse il suo cervello.

Inneres Auge ha detto...

C'è la genetica.

calendula ha detto...

concordo con nero catrame

FrammentAria ha detto...

conosco un tizio che ad un esame, all'esortozione "si faccia una domanda a piacere" se la fece, e non si rispose...oh, storia vera, giuro.

follementepazza ha detto...

Semplice usa il cervello di altri...e lo studio delle azioni degli altri...qst è la risposta seria(diciamo)...

nel mio caso il mistero è dove sia il mio di cervello...(credo in vacanza) ...se per caso qualcuno lo avvista lo esortarti a tornare da me...ne avrei bisogno abbastanza urgente :P

Anonimo ha detto...

Il cervello non esiste: è un'invenzione degli atei per farsi beffe dei fanatici credenti