sabato 23 aprile 2011

PERCHE' MI GUARDI?


Perché mi guardi?
Che cosa pensi?
Che cosa credi?
Che cosa senti?
Perché non parli?
Perché mi osservi?
Sei diffidente?
O incuriosita?
Sei solo timida
O ti difendi?
Mi vuoi capire?
Mi vuoi studiare?
Non sai decidere?
Lasciati andare.
Ma non ti accorgi
Che sei già nuda?
Fuori sei seria
Dentro sorridi
Fuori pudìca
Dentro focosa
Che cosa aspetti
Cosa ti aspetti
Che io mi muova?
Che io ti parli?
Che io ti prenda?
Che io mi sbagli?
Anch’io ti guardo
Se tu mi guardi
Anch’io non parlo
Se tu non parli
Posso restare
Oppure andare
Ma non aspetterò
Altri cent’anni.

2 commenti:

Emanuele Secco ha detto...

Gli ultimi versi mi hanno portato in una sorta di pensiero riguardante il Carpe Diem :-)

E.

Saamaya ha detto...

belli gli sguardi, la curiosità crescente, il mistero,... ma che qualcuno si muova, perdinci!
;-)