lunedì 25 aprile 2011

BRUCIA BABILONIA

Brucia la voglia
Brucia l’attesa
Brucia l’offesa
Bruciano i tempi
Brucia l’amore
Brucia il dolore
Brucia l’Afrìca
Brucia il Medio Oriente
Brucia l’inferno
Brucia Milano
Brucia l’Amerìca
Brucia Babilonia.

S’avanzino col ghiaccio i carriolanti
Salvino la strega
I suoi duemila amanti.

5 commenti:

calendula ha detto...

la foto mi ha fatto venire in mente una barzelletta ...
una coppia in viaggio di nozze, fanno l'amore nella stanza d'albergo e lui finito si affaccia alla finestra per fumare una sigaretta, anche un altro ragazzo si affaccia alla finestra dell'albergo di fronte, si sorridono e il tipo fa all'altro " viaggio di nozze?"
e l'altro " si anche lei ?"
" si, e la sua signora? "
" è a letto che fuma e la sua?"
" No la mia e solo arrossata"

ok mi cospargo il capo di cenere...

magneTICo ha detto...

Muahahahah!!

Saamaya ha detto...

mi manca un passaggio!?
dall'attesa lunga della precedente poesia, alla fretta bruciante dell'attuale...!?

Le vie di mezzo, poeta!!

:-P

NostraDannus ha detto...

Arrogate!

Emanuele Secco ha detto...

Spero di essere uno dei carriolanti :-) sperando di riuscire, insieme a qualche altra persona, a riportare le cose nel loro stato naturale, senza contare i capovolgimenti a cui assistiamo ogni giorno.

E.