venerdì 11 febbraio 2011

IL GIUDICE E IL SUO BOIA


Non sono mai riuscito a dimostrare che hai commesso tu il primo crimine, allora ti dichiaro colpevole di quest'altro.
(Friedrich Dürrenmatt)


6 commenti:

Virginia ha detto...

leparoleinutili..
spesso lo sono perchè gli altri non son capaci di capirle, o non vogliono captarne il significato di fondo, e allora..si, che diventano tali..

Inneres Auge ha detto...

Quindi non è dimostrata la concussione ma la prostituzione minorile si

il Socio ha detto...

al capone docet

Squilibrato ha detto...

Troppo spesso necessitano della capra espiatoria, qualcuno cui dare la colpa di qualcosa non potendola dare di un'altra.

NERO_CATRAME ha detto...

Beh,anzi da vero italiano beeeeeeeeeeeeee beeeeeeeeee,
scrissi tempo fa o fa tempo che la piazza da sempre è il patibolo degli innocenti, i veri colpevoli si giustiziano in privato.Rileggo quello che ho scritto sentendo cognati di gomito.
mi precipito in un PS
i colpevoli vincono.

petrolio ha detto...

La verità è nei romanzi vecchi e indimenticabili… La risposta la si conosce da sempre, ma si ricerca la punizione per un diverso crimine. Inutile dire che non ne sono soddisfatta! :/