domenica 1 marzo 2009

GUARDANDO I TRENI PASSARE


Scegliete la vita.
Scegliete un lavoro.
Scegliete una carriera.
Scegliete una famiglia.
Scegliete un cazzo di televisore gigante.
Scegliete lavatrici, automobili, lettori cd e apriscatole elettrici.
Scegliete la buona salute, il colesterolo basso e la polizza vita.
Scegliete un mutuo ad interessi fissi, scegliete una prima casa.
Scegliete gli amici. Scegliete una moda casual e le valigie in tinta.
Scegliete un salotto di tre pezzi a rate e ricopritela con una stoffa del cazzo.
Scegliete il fai-da-te e di chiedervi chi cazzo siete la domenica mattina.
Scegliete di sedervi su un divano, a spappolarvi il cervello, e a distruggervi lo spirito davanti a un telequiz mentre vi ingozzate di schifezze da mangiare.
E alla fine scegliete di marcire.
Di tirare le cuoia in un ospizio schifoso, ridotti a motivo di imbarazzo per gli stronzetti viziati ed egoisti che avete figliato per rimpiazzarvi.

Scegliete il futuro.
Scegliete la vita.

Ma perche dovrei fare una cosa così?

7 commenti:

maripaprika ha detto...

oppure scegliete di provare almeno provare a capire.... buongiorno amico... che come me la domenica mattina si spacca la testa sui perchè...

epifasi ha detto...

io adoro quel film!!!
nessuno ci obbliga di scegliere la vita, io mi accontenterei della fica. La vita dopo un po....... du palle.
Comunque leggendo i tuoi commenti in giro vedo anche uno stesso tipo di senso dell'umorismo.
Quindi ti propongo di andare a cambiare sesso a casablanca, così potremmo sposarci. sai mi piacciono le donne sono all'antica

il viandante ha detto...

La parabola discendente di quell'esistenza che osano chiamare vita!

La petite ilèn ha detto...

film stupendo..

NERO_CATRAME ha detto...

alè sono geoso,Lorenzooooooooo dovevamo sposarci noiiiiiii.

Emi ha detto...

oggi me lo chiedo anche io:(
buona settimana e a presto da Emi
ps ti leggo sempre caro Lorenzo Opinabile:)
pps ma quando nn lo sarai più?)
devi vincere un sondaggio o un televoto?:)

Anonimo ha detto...

molto spesso non è che chi sceglie una vita cosi abbia molte altre alternative. Un filosofo illuminista, non ricordo il nome, diceva che più l essere umano è sviluppato e più ha esigenze, bisogni e necessità. C è chi sta bene così o almeno lo pensa e poi rompe al cazzo agli altri che hanno esigenze diverse.
Elisabetta