sabato 13 ottobre 2012

PERSI



Non vorrei peccare di presunzione ma credo di essere l’unico uomo ad aver bevuto un bicchiere di Montenegro in una chiesa, pur essendo perfettamente sobrio. Non volevo compiere un sacrilegio ma solo recuperare il mio nipotino di due anni che, sfuggendo al mio controllo, si era infilato nella chiesa adiacente al tendone della festa degli alpini di Foresto Sesia. Una volta dentro, mi sembrava brutto uscire col mio bicchiere in mano, così ne ho bevuto il contenuto davanti allo sguardo di disapprovazione di San Sebastiano e a tutte le sue frecce, poi me lo sono infilato in tasca, il bicchiere intendo, e sono uscito con il nano per mano. La mia religiosità è molto auto-referenziale. Di tanto in tanto mi appaio e mi adoro da solo. Dicono che sono spesso malinconico, ma anche le macchine, se sapessero di essere macchine, sarebbero tristi come gli uomini. La mia è solo acida accidia.
 Mi sono messo a dieta solo quando ho scambiato la mia ombra per un barbapapà. Se voglio scampare, mi devo adeguare. Chi scampa a Scampìa non è certo una spia. L’obesità mi sta creando problemi. Mi capita di trovarmi in fila all’Autogrill di Cantagallo Ovest a prendere un Camogli senza sapere come sono arrivato fin lì e se l’attesa è troppo lunga mi sorprendo a domandarmi se Ippocrate era un ipocrita o un sostenitore della sovranità equina. Dicono che devo fare più movimento, ma a me quella della posizione eretta non è mai sembrata una grande conquista. Non si sta forse più comodi sdraiati? Mi chiamano “L’orizzontale” perché dormo spesso.

“Io son l’orizzontale
 Io son colui che giace
  E pur non si dispiace”

Parlo spesso di questo con mia figlia che oggi avrebbe 20 anni. Se fosse nata. Io ho provato in tutti i modi a convincerla ma lei non ne ha mai voluto sapere e, sinceramente, non posso darle torto. Dice che sta bene così. Si è da poco fidanzata col figlio di Oriana Fallaci ed è felice di non dover fare la fila per acquistare il nuovo I-phone. Le ho detto: “Fatti viva!” e lei mi ha risposto: “Neanche morta!”
Non so più come giustificare il mio soprappeso. Per rendermi interessante dico che assumo una nuova droga che fa ingrassare e i soliti tuttologi, per essere ancora più interessanti di me, mi hanno consigliato lo yoga. Ma anche lo yoga è una droga. Mentale. Due a uno per me.
Penso che alla fine lascerò perdere il perdere peso. A tutti quelli che mi dicono di tenere duro rispondo di lasciarmi perdere. Chi l’ha detto che bisogna sempre vincere? E poi se non c’è nessuno che perde, gli altri come fanno a vincere? Vittoria è un nome che sta bene ad una Regina, ma io trovo che anche il nome “Sconfitta” non starebbe male, oggi,  ad una ragazza.
La verità è che tutti perdiamo continuamente qualcosa. Non avete idea di quante cose, ad esempio, si possano perdere in auto, senza mai più ritrovarle. Io, una volta, ho perso due euro. Mia sorella la verginità. Siamo gente perduta che perde e si perde in un universo che non capiamo.
Forse siamo spermatozoi ed il buio che ci circonda è un buco del culo.
Questo spiegherebbe perché non capiamo il senso, lo scopo della nostra vita. La nostra incapacità di adattarci al posto in cui viviamo è forse dovuta al fatto che non siamo dove dovremmo essere.
La nostra Grande Madre è l’ovaia ed è per questo che non la troviamo. Che non si fa vedere né sentire. Se fosse così che ci siamo persi, vorrei almeno sapere chi è quel frocio che ci ha fatto questo.



8 commenti:

Random Walk ha detto...

Mhm ... dunque non era un terremoto quello che ho sentito qualche tempo fa ...

magneTICo ha detto...

Forse siamo spermatozoi ed il buio che ci circonda è un buco del culo.

Il post era già bellissimo senza questa frase. Con questa è commovente.

Saamaya Saam ha detto...

Religione autoreferenziale: c'è chi lo ammette, e chi non ne è consapevole.

E' un piacere leggerti. Ciao Lorenzo

kermitilrospo ha detto...

non sapevo fosse proibito bere il montenegro in chiesa, io vado a messa solo per bere il sangue di cristo!

** Sara ** ha detto...

Bellissimo questo post.
Sul perdere peso che dire.. sorrido e basta.

Emix ha detto...

Anche io una volta bevvi un montenegro (e due rosse da un litro) in chiesa.
Non mi portarono nemmeno due noccioline, pessimo aperitivo.

Dario D'Angelo ha detto...

Concordo con magneTICo :-)

il giardino di enzo ha detto...

Era tanto tempo che non passavo da te, non sei cambiato affatto, sei sempre sovrappeso :)