giovedì 24 febbraio 2011

AGNOSTICA



Il primo uomo che non sapeva nulla
Vide il sole
Vide che era molto in alto
Che lo scaldava
Che faceva nascere frutti
Con i quali poteva sfamarsi
Come poteva non pensare che il sole era Dio?
Alzò gli occhi al cielo
Per guardarlo e ringraziarlo
Ma lui non lo permise e lo accecò
Il primo uomo che non sapeva nulla
Ora sapeva
Che null’altro vi era da sapere

5 commenti:

robydick ha detto...

perfetta Lorenzo! c'è il processo completo, prima la gratitudine verso una forza esterna, poi la presa di coscienza che non va divinizzata.
super! :D

NERO_CATRAME ha detto...

Io che non sono il primo uomo e sicuramente neanche l'ultimo non sapendo niente alzai gli occhi al cielo,vidi il sole e pensai"Cavolo che bella abatjour anche per un diavolo come me".

Inneres Auge ha detto...

Dio acceca le menti dei politii del pdl. il dio denaro

davide idee ha detto...

il cielo ci racconta delle sue relazioni con ogni pazzo che gli abbia rivolto uno sguardo...

petrolio ha detto...

subito corsi a ripensare al film di Aronofsky… ;)