sabato 24 luglio 2010

COMUNQUE VADA


Comunque vada
Passerà la tosse
Passerà il treno
E, forse, anche la morte.
Il tempo, quello no,
Non passa mai
Il tempo stringe
Stritola, frantuma
Chi lo rincorre
Non avrà fortuna.
Ovunque vada
Sfiderò la sorte
Mi arrenderò
Soltanto verso sera
Non per vigliaccheria
O per paura
Semplicemente
Cambierò parere
Frutta e verdura
Secondo la stagione
Non cerco verità
Mi basta un’opinione
E  sputerò nel piatto
E nel bicchiere
Conquisterò la gloria
E il disonore
Mi curerò la tosse
Mi ammalerò di noia
Perderò il treno
Quando passerà
Prenderò il tempo
Di una sola notte.

4 commenti:

Malumore ha detto...

comunque vada sarà un successo ;)

davide idee ha detto...

penso che comprerò presto un tuo libro, Lorenzo.

NERO_CATRAME ha detto...

Di opinione in opinione si sfiorano tante verità ad ognuno la sua,ad ognuno la facoltà di poter combattere per sostenerla,ad ognuno l'alternativa di rimetterla sempre in discussione.I treni passano,il tempo ritorna sempre su se stesso.

Lilith ha detto...

E' ciò che volevo sentire. Stasera.
Grazie :)