sabato 2 maggio 2009


Perché la scienza definisce la droga: “sostanza stupefacente?”

Questo aggettivo mi sembra un po’ strano.

La droga fa male ed uccide.

E l’aggettivo non è di quelli che fa paura, anzi…

La scienza spiega che si chiama così perchè provoca in chi la assume

“Effetti stuporosi”

A parte che “stuporoso” è, a prescindere, un aggettivo bruttissimo

Che cos’è lo stupore?

La reazione a qualcosa d’inaspettato, d’imprevisto, che ci colpisce.

Lo stupore è la molla della conoscenza.

La droga e gli antidepressivi agiscono entrambi sulla serotonina

che è l’ormone del benessere

Perché agisce sul nostro umore

Ma la droga lo fa in modo esagerato, incontrollato

Ci brucia il cervello

Altera il nostro stato di coscienza.

Ma cos’è la coscienza?

La consapevolezza di sé nello spazio

L’essere a conoscenza di come si è fatti.

Ma siamo sicuri di saperlo?

E allora perché esiste la filosofia?

Sembra che il nostro cervello

Sia stato progettato per dirci:

“Attieniti alla realtà, l’unica che conosci.

E non farti domande troppo pericolose.”

Ma davvero la realtà non ci suggerisce null’altro?

Davvero le cose vanno solo consumate e godute?

Rimanere soggiogati a ciò che si vede e si sente

Non è “pensare debolmente?”

Perché l’uomo non deve cogliere il frutto proibito?

(Quello che gli fa conoscere il bene ed il male)

Conoscere il male non serve forse ad apprezzare il bene

Così come la malattia aiuta ad apprezzare la salute?

Conoscere il male è forse conoscere la verità?

Vuol dire che qualcosa ci deve essere nascosto?

Il frutto proibito era una mela o un peyote?

Dicono gli Huichol che li avvicina a Dio

E lo usano nelle loro cerimonie.

Provoca allucinazioni

Durante le quali si possono sentire delle voci.

Che differenza c’è tra un’allucinazione

E un’apparizione divina?

Abramo sentì una voce che gli disse:
”Vai ed uccidi tuo figlio!”

Poi sentì ancora una voce che gli disse:

“Fermati, stavo scherzando!”

Nelle allucinazioni si vedono delle luci

Così come nelle apparizioni

O nelle estasi mistiche.

Forse le droghe ci avvicinano a una verità che non dobbiamo conoscere?

Per questo motivo reagiscono male col nostro cervello,

Quindi col nostro corpo,

E ci fanno morire?

Ma perché allora esistono queste sostanze

Che ci attirano e ci uccidono?

Dio ci vuole bene o siamo una scommessa tra il bene e il male?

Stanno giocando con noi come il gatto gioca col topolino prima di ucciderlo?

Ci fanno penzolare l’esca davanti al naso e si divertono a vedere se abbocchiamo?

Allora forse

Innamorarsi

Fare sesso

Ridere

Correre

Mangiare e bere bene

Scrivere

Dipingere

Fare ed ascoltare musica

Giocare con l’immaginazione

Sono solo i modi più sicuri di drogarsi.

Sia che pensiate che la vita è morire

O che la morte è solo un effetto collaterale della vita

Non cambia nulla.

Chi si droga con la droga

Anziché con la fantasia

Vive solo peggio e muore prima.

23 commenti:

Tintarella di... Luna ha detto...

Gli stati d' "estasi" si possono raggiungere in tanti modi,Mistificazione di Dio,allucinogeni,orgasmi,alcoldigiuni.Ognuno sceglie il suo e diciamo che nessuno non ha effetti collaterali, chi più,chi meno.Un unica cosa in comune,evadera della realtà,cercare altri stati di coscienza,andare oltre a quello che c hanno insegnato,vivere in diverse realtà parallele.C' è chi si accontenta di vedere sempre la stessa siepe davanti casa e chi invece la salta per vedere dietro...a noi la scelta e gli eventuali mezzi per saltarla!!!

Roberta ha detto...

Molto più bella l'estasi che può donarti un orgasmo d'amore!

Furio ha detto...

Sono un ex drogato, ora corridore; confermo parte di quanto ho letto qui, per quanto ho appreso in anni di eccessi.
Ora parte della mia vita è correre, ne è una parte importante, ma non è una droga e non la sostituisce, anche se quando ho smesso di sballarmi mi son disintossicato con essa.
Correre è scoprire il proprio corpo, affrontare le proprie debolezze e conoscere se stessi; siamo mente e corpo, ma spesso ci dimentichiamo o di una o dell'altra parte.

Paola ha detto...

Alcune volte persone con carattere debole si rifugiano nelle droghe... nel bere... nelle sette... negli orgasmi ecc...perchè non riescono ad emergere nella società... altre per sballare... altre ancora per soffocare stati d'ansia... per sopperire a varie mancanze... e tante altre ancora... bisogna capire soprattutto il problema alla radice...
E noi continueremo a chiederci "perchè"...
Penso che ognuno sia in grado di scegliere la vita che desidera e che ne sia responsabile...
Beh... ti lascio un sereno sabato sera un abbraccio ciao

NERO_CATRAME ha detto...

Beh Lorenzo,so che hai già letto in passato la mia esperienza col peyote.Penso che la droga non sia altro che l'arma migliore per sognare,ma sono sogni di plexiglas,che non fanno altro che uccidere il pensiero.Se sognare è una droga,sono drogato,tanto che sogno di poter volare,e ne sono div pendente,non voglio smettere mai.

Marco Crupi ha detto...

Ciao, ti ringrazio per tutti i commenti che mi hai lasciato, mi fa piacere che apprezzi le mie foto, grazie per il suggerimento, per sicurezza ho modificato quello che avevo scritto.

p.s.

Sono molto concorde col commento di "Furio", molto bello, e sono anche felice per lui che è riuscito ad uscirne.

Squilibrato ha detto...

Eterni quesiti che poni con stile. Eterni per ognuno di noi.
Uno stato d'estasi si può raggiungere anche con un ritmo tamburesco ostinato ed un po' prepotente. Le allucinazioni le si raggiungono per deviazione mentale o con l'ausilio di sostanze stupefacenti. E non sono stupefatto. Non mi stupefà, insomma. La droga uccide, si sa, eppur attrae. Se esiste veramente uno schema cosmico ed in natura esistono sostanze psicotrope, credo che un uso misurato (non quotidiano) possa essere utilizzato per la propria ricerca e conoscenza interiore. Ma con assoluta moderazione.

Alessandro ha detto...

Ci sono tante estasi che non ti sballano il cervello e che ti soddisfano molto di più!

giardigno65 ha detto...

vero vero vero.

Buona settimana e buona vita, sempre .

Amore_immaginato ha detto...

Non so.
Non parlo mai di quanto non conosco.
Certo delle droghe si conosce abbastanza per classificarle. Ciononostante, credo che ognuno reagisca in maniera differente e che per cert'une se ne esasperino gli aspetti.
La verità che si cerca, racchiude troppi aspetti e tutti diversi.
Non è mai universale ed ognuno cerca di raggiungere la propria con tutti i mezzi disponibili, laddove la ricerca si sia arenata per mancanza di stimoli o anche solo per mera superficialità.

ashasysley ha detto...

Ricordati che poi ... se non sposi Nero ... ci sono io ...

Pupottina ha detto...

sono d'accordo con Tintarella

buon lunedì

Ballerotta bohémien ha detto...

meno male che nelle strade ci sono le difficoltà...se no sarebbe tutto troppo noioso!

Nicole ha detto...

Forse stupefacente sta per meraviglia , incredibile, oltre l'immaginario. Io sono una che ama essere presente a se stessa, nel bene e nel male. Ho fumato le canne, col risultato di desiderare ancor di più i dolci e quindi ingozzarmi. E' stata un'esperienza intrapresa a trentanni. E' durata due anni, ma non tutti i giorni di tanto in tanto. Non la rinnego, ma ripeto, l'ho fatto per curiosità e perchè il mio fidanzato di allora le fumava. Autonomamente ho smesso...Preferisco stordirmi o euforizzarmi in maniera naturale.

Paola ha detto...

Ciao Lorenzo sei terribile!!!
Mi hai fatto sorridere... un salto per augurarti un dolce serata bacione

∞? ha detto...

non era la banana il frutto proibito?

Follementepazza ha detto...

anche svenendo si possono avere allucinazioni...disperazioni di quello che ci è attorno

darksecretinside ha detto...

"Innamorarsi

Fare sesso

Ridere

Correre

Mangiare e bere bene

Scrivere

Dipingere

Fare ed ascoltare musica

Giocare con l’immaginazione"
SI,LORENZO SI!
E' tutto questo la vera droga, la vera estasi.....non ci manca nulla per provare estasi e stupore e meraviglia etc....le droghe non aggiungono...tolgono e uccidono.
Un abbraccio.

Ballerotta bohémien ha detto...

gli artisti sono le persone che meglio con occhi sanno guardare, meno con le parole senno affrontare...ma più sanno con la mente andare oltre!

Nicole ha detto...

Solo un saluto...quando ti ruberò la poesia, ti avvertirò e citerò...lo meriti.

Silvia... ha detto...

...beh, non male se mi definissi stuporosa...lo stupore che s'inoltra come acqua dentro i pori....chissà, un giorno ti racconterò dell' estasi mistica che m'ha portato ben oltre le parole che conosco...questa è la mia dannazione...sublime e stupefacente...

Veggie ha detto...

Quoto in pieno tutto quello che hai scritto... Anche perchè mi sono ritrovata molto vicina a questa realtà, e quindi so tutta la verità che c'è dietro le tue parole...
Grazie per questo post...

Ballerotta bohémien ha detto...

il futuro ci aspetta...forse lui non da giudizi, non ha pregiudizi...
ecco perchè, in ogni caso, ci accetta sempre!