sabato 27 dicembre 2008

LUNA DI GIORNO



Come la luna, di giorno
non ti trucchi e mostri le occhiaie
Come la luna, di giorno
dormi tra azzurre lenzuola

Come un attrice fuori scena
Come un soldato senza divisa
Sei nuda e nessuno ti guarda

Come la luna aspetti la notte
quando ti accendi
e diventi magica.

Tutti ti ammirano
Tutti ti sognano
Qualcuno ti parla

Ma la tua luce è falsa
Come quella della luna

Come il sole di notte
Mi basta un solo raggio
Per farti brillare

Anche se sono lontano
Sono io che ti faccio così bella,
sono io la tua stella.

8 commenti:

Ma|Be ha detto...

e questo romanticismo misto realismo con tanto di Modigliani (che adoro...)

sconvolgenti i pensieri in poesia.

Follementepazza ha detto...

direi che qst poesia mi calzi a pennello...:-P...scherzo naturalmente
:)
ciauu

Emi ha detto...

l'importate è brillare sempre...che sia di luce propria o riflessa...mai spegnersi...mai

NERO_CATRAME ha detto...

Infatti la Luna mostra solo il lato che vuol fare vedere,l'altro è solo da capire.e.......merda sto male.

buncia ha detto...

dimentichi che la luna esiste anche senza la luce del sole.
solo che, in effetti, è proprio il sole che ci permette di vederla.

[mi manca, la luna]

Squilibrato ha detto...

La luce della Luna è falsa. Le cose le vediamo come vogliamo vederle.

Ballerotta bohémien ha detto...

sono tue queste parole?
mi hanno fatto venire i brividi...

questo mostrarsi nudi, poveri d'ogni cosa...questo vedersi desiderati e violati...

a volte c'è proprio il bisogno di parole

[grazie, mi hai ispirato delle parole]

Ballerotta bohémien ha detto...

bè allora complimenti....

con piccoli gesti si potrebbe fare tutto...ancora dobbiamo trovare, però, il libretto delle istruzioni!