martedì 11 novembre 2008

GLI ITALIANI NON ESISTONO


Alla gente non è mai fregato niente del fatto che l'Italia dovesse essere unita e indipendente.

Lo Stato italiano non è stato voluto dalla popolazione ma dai nobili e dagli aristocratici che lo volevano governare per il loro prestigio e interesse personale, sfruttando l'esaltazione di intellettuali annoiati che giocavano a fare i rivoluzionari (Carboneria/Brigate Rosse) la collaborazione di mercenari spacciati per eroi (Garibaldi) e la buona fede di pochi.

La maggior parte degli abitanti della penisola italiana, all'epoca delle guerre d'indipendenza, aveva ben altri problemi a cui pensare, che non l'unità d'Italia. Anzi, ne aveva solo uno:

non morire di fame.

150 anni dopo, c'è ancora chi rimpiange i Borboni al sud e gli Asburgo al nord.

La realtà è che i siciliani si sono sempre sentiti siciliani e basta, i sardi sardi e basta, i napoletani napoletani e basta, i toscani si odiano tra di loro tuttora, i milanesi si sentono solo milanesi, i veneziani veneziani eccetera eccetera. Questo perchè la Sicilia, la Sardegna, la Lombardia e così via hanno una storia vera, scritta nel tempo, non solo nei libri di storia.

Quando, durante le 5 giornate di Milano, gli insorti preparavano le barricate in mezzo alle strade, molti passanti urlavano loro: "Viva Radeszky!"

Quanta popolazione pensate sia andata veramente a votare ai famosi plebisciti che sancivano l'annessione delle varie regioni al nuovo Stato nascente?

L'ultima volta che mi sono sentito italiano è stato quando Zoff (non Buffon) ha alzato la Coppa del Mondo di Calcio, ma era solo il tifo che ci univa, non il concetto di Patria. Dal giorno dopo abbiamo ripreso ad odiarci. Come sempre.

5 commenti:

NERO_CATRAME ha detto...

Fondamentalmente penso che siamo un popolo di autonomi,non anarchici,ossia che ognuno bada a se stesso e tiriamo a campà.

Luna_tica ha detto...

"Dal giorno dopo abbiamo ripreso ad Odiarci, come sempre!!"
hai detto tutto,
ed io quoto citazione.

un abbraccio. e...shhhhhhh

calendula / trattalia ha detto...

Hai!! come mi trovi daccordo,sono SARDA, visto la mancanza totale di stato da parte del contintente, noi sardi ci sentiamo sempre autogestiti, poco italiani, i Cagliaritani in genere non sopportano i piemontesi perchè con quei bastardi dei savoia ne abbiamo passato di tutti i colori, ti consiglio di leggere ( se ne avrai tempo e voglia ) paese d'ombre di Dessì, e molto bello e molto vero.

lasettimaonda ha detto...

E da ciò la nostra miseria.....
Anch'io i cachi li mangio col cucchiaio, ma ho scoperto anche i cachimela, altrettanto buoni, che si sbucciano come e mele e si mangiano a spicchi...non si finisce mai di imparare...

Roby ha detto...

Hai ragione ma io penso che non sia un problema solo italiano....tutto il mondo è paese e purtroppo tutto il mondo si odia, gli Italiani sono come tutti gli altri....