sabato 22 dicembre 2012

AMMORE CRIMINALE



La storia inizia quando lei ha 12 anni e lui 16.

La scintilla che fa scoccare il primo innamoramento di lei è provocata da:

come lui impenna col motorino

come bestemmia in dialetto

come frequenta poco la scuola

come si pettina

lo sguardo da delinquente

il fatto che sia già fidanzato con Carmela ma che però la picchia e le fa le corna andando anche con altre puttanelle.

Quando lei ha 14 anni gli chiede di fare la fuitina che altrimenti le sue amiche la prendono in giro che rimarrà zitella per tutta la vita.

Durante la fuitina viene consumato sesso convulsivo nella masseria abbandonata del nonno, che non ha più il tetto ma tanto non piove mai. Ogni tanto ci nascondono il cadavere di qualche mafioncello sfigato, ma non si sente puzza.

Al ritorno a casa lei viene picchiata dal padre per il disonore, dal fidanzato perchè è geloso e da uno zio scapolo per divertimento. Dopodichè si sposano e chiamano Mengacci per potersi vedere in tv.

Dopo il taglio della torta (a volte anche prima) lei rimane incinta. La scelta del nome del nascituro sarà tra Oronzo, per rinnovare il nome del nonno, e Bruss, perchè al papà piacciono i film di Bruce Willis. Dopo la nascita del secondo figlio, iniziano i primi dissapori perchè lui rimane senza lavoro, beve, sta tutto il giorno a giocare con le macchinette e non dà soldi in casa. Ogni sera sono botte perchè lei è stanca, lui è geloso ma vorrebbe farla prostituire perchè il barista non gli fa più credito. Lei non lo denuncia perchè lo vuole bene. Così va da Maria de Filippi  a “C’è Posta per te” e fanno la pace. Poi lui la lascia e va a vivere con una prostituta cubana. Lei si innamora dell’ufficiale giudiziario che viene a darle lo sfratto e ha due gemelli da lui. Quando anche questo amore finisce lei cerca di riallacciare i rapporti con l’ex marito del quale però, nel frattempo, si sono perse le tracce. Segue puntatona a “Chi l’ha visto” e a “Quarto grado” con intervista sul divano del salotto, unico mobile non ancora pignorato. Quando lui si accorge che la prostituta cubana le aveva nascosto che in passato si chiamava Nando, ritorna da lei. Accetta il fatto che nel frattempo in casa ci siano anche i gemelli che lei ha avuto da un altro o, molto più probabilmente, non capisce chi sono ma siccome non gli danno fastidio non si pone il problema. Un giorno però, l’ufficiale giudiziario si ripresenta alla porta per riprendersi anche il divano. Sulle prime lui non fa resistenza, ma quando esce dal bagno e si accorge che non può più stendersi sul divano a riposarsi, accusa la moglie di essere l’amante del vicino di casa e le stringe il collo come ha visto fare in CSI, solo che stringe troppo e la uccide. Puntatona a “Amore Criminale” con intervista alla sorella di lui appena uscita dall’estetista che dichiara: “Mio fratello mi voleva bene come una sorella come anche ero, ma anche di più, perchè io ci facevo mettere sempre il preservativo”. Fine della storia.


9 commenti:

SazioZero ha detto...

Che storia commovente, chissà come crescono i figli.

kermitilrospo ha detto...

l'intestazione....se fossi nato poeta sarei annegato........ qualcosa mi sfugge.... !?!!?

kermitilrospo ha detto...

una storia italiana come tante. siamo un popolo fiero!

Pierluigi ha detto...

Mr. Toad:
nella stesura che conosco il verso è: se fossi pesce sarei annegato -
comunque sia, anche Giacomo diceva: e il naufragar m'è dolce in questo mare; per contro, T.S. Eliot intitolò "Morte per acqua" una sezione della Terra desolata.
Ed ora torno nella mia buca...
The Mole

Lorenzo ha detto...

Grazie per la segnalazione. Ho corretto.

gattonero ha detto...

Finalmente una favola natalizia come dio comanda.
Mi sono perso tutti quei passaggi in tivvù citati, poiché mi stanno sui maroni uno più dell'altro; sono quasi pentito, nel leggere quello che ho trascurato.
Ciao, edificante, quasi come le realtà della vita d'oggidì.

Random Walk ha detto...

Sono commossa, cerebralmente commossa.

José María Souza Costa ha detto...



Invito - italiano
Io sono brasiliano.
Dedicato alla lettura di qui, e visitare il suo blog.
ho anche uno, soltanto molto più semplice.
'm vi invita a farmi visita, e, se possibile seguire insieme per loro e con loro. Mi è sempre piaciuto scrivere, esporre e condividere le mie idee con le persone, a prescindere dalla classe sociale, credo religioso, l'orientamento sessuale, o, di Razza.
Per me, ciò che il nostro interesse è lo scambio di idee, e, pensieri.
'm lì nel mio Grullo spazio, in attesa per voi.
E sto già seguendo il tuo blog.
Forza, pace, amicizia e felicità
Per te, un abbraccio dal Brasile.
www.josemariacosta.com

petrolio-muso ha detto...

non so come intendere il termine 'grullo'... e prima son rimasta atterrita in maniera divertita da questa storia. Son grulla.