sabato 9 giugno 2012

MA DONNE


Anni fa frequentavo una donna più vecchia di me. Io i denti me li lavavo. Lei se li levava. Sosteneva che la Padania non esisteva e io le davo ragione ma mi infastidiva il fatto che non ammettesse che anche l’Alto Adige non esiste. Il suo vero nome è Sud Tirolo. E’ come se annettessimo all’Italia una parte del Canton Ticino e la chiamassimo Alto Ticino, con gli svizzeri incazzati che cominciano a mettere bombe, ovviamente ad orologeria. Con la differenza che a Bellinzona si parla il brianzolo che si avvicina molto di più all’italiano del tedesco parlato dagli uomini delle Dolomiti. Comunque non è per questo che ci siamo lasciati. Il vero motivo è che lei sosteneva di essere la reincarnazione di Marianne Faithfull. Io cercavo di farle capire che non poteva essere la reincarnazione di una persona che non era ancora morta, ma lei ribatteva che Marianne non aveva nulla in contrario e le aveva firmato la liberatoria. Ora, l’unica cosa buona della vita di Marianne Faithfull è stato drogarsi prima di scrivere canzoni per Mick Jagger, per cui non mi sembrava giusto accoppiarmi con una donna senza sapere se lei mi riteneva un uomo o uno stambecco. Ci  trovavamo d’accordo sul fatto che Marx non era mai stato marxista, ma non bastò a salvare la nostra relazione. Mi stressai al punto che mi sarei volentieri iscritto alla facoltà di Fisica della Noia all’Università degli Stufi di Pavia ma il mio doppelganger non ne aveva proprio voglia. La lasciai e lei mi accusò di mancanza di responsabilità. Evidentemente non sapeva leggere le parole da destra a sinistra altrimenti avrebbe scoperto che respons-abilità significa “abilità di rispondere” di quello che fai e io sapevo benissimo ciò che stavo facendo. Stavo troncando una relazione con una donna convinta che l’apertura mentale consistesse nel segare la scatola cranica per estrarne il cervello. Cosa che mi ha sempre terrorizzato molto. Pensate se il nostro cervello continuasse a funzionare per qualche secondo fuori dal nostro corpo. Avremmo il tempo di renderci conto di essere al di fuori del nostro corpo senza più avere la possibilità di vedere, sentire e tutto il resto. Rendersi conto di essere una poltiglia non deve essere piacevole anche se sono convinto che alcuni cervelli penserebbero di essere una poltiglia migliore delle altre, perché il vizio di giudicare, spesso sbagliando, non lo perderemo mai. La cantante Madonna, ad esempio, è spesso fatta oggetto di critiche per il suo comportamento trasgressivo senza sapere che Madonna non è un nome d’arte ma il suo vero nome di battesimo e che ha avuto figli solo dai suoi compagni ufficiali. Della Madonna, il cui vero nome era Maria, non si può dire altrettanto.

8 commenti:

Pierluigi ha detto...
Questo commento è stato eliminato dall'autore.
kermitilrospo ha detto...

sempre troppo belli i tuoi post XD

Inneres Auge ha detto...

Io mi domando cosa accadrebbe se vedessi apparire la madonna. Dovrei chiederle "come hai fatto a partorire senza essere stata fecondata e quanto è durata la gestazione?"

petrolio-muso ha detto...

se non ci fosse chi giudica non potremmo poi, di conseguenza, far notare quanto sia stupido il suo giudizio.. e via dicendo.. :p

Sarainvacanzaleggelostesso ha detto...

Marx non è mai stato marxista.. sei avanti! :-)

alpexex ha detto...

"Una scuola dove la vita si annoia insegna solo la barbarie" (cit)

Saamaya ha detto...

E' già difficile trovare un corretto equilibrio tra due individui: figurarsi la discesa in campo della terza-quarta.. entità reincarnata!

Troppa folla.

Meglio l'Università degli Stufi,davvero!!

NostraDannus ha detto...

Iperdimensione e atemporalità in colpo di fulmine andato a male (and female).