venerdì 20 gennaio 2012

L'AMORE

Dev’esserci qualcosa che ci lega
Un destino comune e sconosciuto
Che travalica la morte della carne.
Forse siamo un’unica entità
Che si è smarrita
O, chissà come, è esplosa.
Noi siamo un tutto
Che si è disintegrato
Ha perso la memoria di sé stesso
Ma c’è una cosa che ci tiene uniti
L’unica che ancora ci impedisce
Di perderci nel nulla.
Il vero amore.
Il vero amore non è sdolcinatura
Non è romanticismo
Il vero amore non è innamoramento
Non è affetto, né simpatia
Né devozione
Il vero amore non è noiosa poesia
Amore è vivere nel mondo
Come se fossimo un’unica persona
Amore è talmente difficile
Da sembrare solo un illusione
Forse non è neppure umano
È troppo, per le nostre forze,
Ma tendere all’amore
Anche se può far male
È ragionevole cosa
Di più non si può fare.

6 commenti:

jocker ha detto...

Belle le tue parole Lorenzo, il concetto d'amore è assai complesso, profondo, intimo.
Oramai viene svilito con cuoricini e "amò" a destra e a manca, ma esso è un sentimento difficile, nobile che forse noi esseri umani non riusciamo neppure a comprendere a fondo.

Pierluigi ha detto...
Questo commento è stato eliminato dall'autore.
gattonero ha detto...

Amore è vivere; senza amore si è viventi già morti.

Mat ha detto...

Queste parole sono tutto, tranne che inutili.

fefferey ha detto...

Copio e incollo il commento di Jocker.

alpexex ha detto...

Ma ella mori', e con le mie proprie mani io la calai nella tomba, e risi di un lungo amaro riso quando, nella cappella funebre dove avevo deposto la seconda, non trovai piu' alcuna traccia della prima Morella. (Morella, E A Poe)