sabato 28 maggio 2011

LA VERITA', VI PREGO, SULL'AMORE


Dicono alcuni che amore è un bambino,
e alcuni che è un uccello,
alcuni che manda avanti il mondo,
e alcuni che è un'assurdità,
e quando ho domandato al mio vicino,
che aveva tutta l'aria di sapere,
sua moglie si è seccata e ha detto che
non era il caso, no.
Assomiglia a una coppia di pigiami,
o al salame dove non c'è da bere?
Per l'odore può ricordare i lama,
o avrà un profumo consolante?
E' pungente a toccarlo, come un pruno,
o lieve come morbido piumino?
E' tagliente o ben liscio lungo gli orli?
La verità, vi prego, sull'amore.
I manuali di storia ne parlano
in qualche noticina misteriosa,
ma è un argomento assai comune
a bordo delle navi da crociera;
ho trovato che vi si accenna nelle
cronache dei suicidi,
e l'ho visto persino scribacchiato
sul retro degli orari ferroviari.
Quando viene, verrà senza avvisare,
proprio mentre mi sto frugando il naso?
Busserà la mattina alla mia porta,
o là sul bus mi pesterà un piede?
Accadrà come quando cambia il tempo?
Sarà cortese o spiccio il suo saluto?
Darà una svolta a tutta la mia vita?
La verità, vi prego, sull'amore.

Wystan Hugh Auden

3 commenti:

davide idee ha detto...

io non dico che da me
non abbia bussato
solo che sarà capitato
quand'ero fuori
o al bagno
o in ogni caso
in orari molto strani
tipo quando passa lo spot
dei 4 referendum, così,
non lo so

Marta ha detto...

non c'è una verità sull'amore.
l'amore però c'è.
sotto tante splendide forme!
ed il senza perchè o il senza verità, secondo me, lo rende più bello e più brutto!

il giardino di enzo ha detto...

Pensa che pensavo fosse tua,
e non mi sarei stupito.
Ciao Lorenzo, buona giornata, e come sempre: grazie.