sabato 7 marzo 2009

UMANITA'


Vorrei lasciar fare alla vita ciò che vuole
Più che svegliarmi, sorgere come il sole
Smettere totalmente di pensare
Smettere di voler funzionare.
Vorrei non soffrire più di essere trascurato
E neppure di essere ammirato.
Vorrei non saper più la differenza
Tra utile ed inutile.
Vorrei non dover più comunicare.
Vorrei lasciare la mia strada
E perdermi negli spazi.
Chi ne ha tracciata una
Difficilmente può tornare a farlo.
L’uomo di successo
È un uccello con un’ala sola
Un albero senza rami.
Vorrei non voler vivere
E non voler morire
Vorrei non saper nulla
Di entrambe le cose.
Vorrei non saper nulla di me stesso.
Vorrei che il mio corpo
non sia più consistente
Di una goccia di sudore
E la mia anima
di un calore sulla faccia.
Vorrei non aver più
Né torto né ragione.
Vorrei disintegrarmi
E, atomo per atomo,
passare sotto la mia porta chiusa
per raggiungere ognuno di voi
ed abbracciarvi tutti.

17 commenti:

Paola ha detto...

Il mondo intero ci delude... a noi resta solo dargli un pò di bene sperando che diventi migliore...
Dolce notte un abbraccio e bacioni

ashasysley ha detto...

A volte l'unica cosa che si desidera mentre si cammina in mezzo alla folla è non essere notati.
Quante volte ho provato questo desiderio. Il desiderio di non essere notata fra la folla.
Poi ho analizzato ... perchè passare fra la folla per non essere notati? E'un contro senso. Sarebbe meglio passare per una via meno trafficata e avrei raggiunto il mio scopo.
Ma il mio scopo, quello dentro dentro dentro dentro, non era non essere notata, ma essere scoperta da qualcuno che sentisse che non volevo essere notata e mi chiedesse il perchè e mi stesse accanto.
Da quel giorno ho imparato a camminare a testa alta per strada e a dire ciò di cui ho bisogno.

Tutto questo per dirti ... Non è che la tua voglia di non essere, non fare, non scegliere, non consistere sia come la mia voglia di non essere visti? Tutto il contrario?
Se riesco ad entrare nelle tue parole tu non sei così, anzi, sei tutto l'opposto.
L'unica cosa reale in cui sei ceduto dopo tanto nasconderti è il nostro abbraccio e sono quì a stringerti forte.

Alessandra ha detto...

e tu?
di che colore sei?

Luciano ha detto...

Ciao
e grazie per la visita.

Silvia... ha detto...

...ti ho sentito....nel suono del tuo nome non di ciò che il tuo nome dovrebbe dirmi...ti abbraccio coinvolta spesso nel voler essere di più e a volte meno di ciò che sono, ti abbraccio...

Signorina Anarchia ha detto...

e già...viene sempre un nuovo giorno, carico di se e di ma, ma sempre pieno della solita noia.
tento in ogni modo di rendere ogni momento particolare ma non so perchè finisco sempre per rifugiarmi nella normalità.

(noto che abbiamo gusti comuni)

Squilibrato ha detto...

CHE FIGATA!

NERO_CATRAME ha detto...

Vorrei farti vedere quante anime vagano dentro il mio bosco e non sono grida,ma solo mani che si allungano alla ricerca di un tocco per sentirsi vivi.

maripaprika ha detto...

mi piace il voler esser altro... il lasciare i pensieri e perdersi nel vuoto o meglio ancora in un abbraccio che anche virtuale arriva e scioglie tutto solo nella dolcezza del sapersi simili nelle distanze... ricambio l'abbraccio con la dolcezza del saper accettare ciò che viene... ogni momento

francesco moscati ha detto...

Svanire, questa è la soluzione,
per dire che così si è posto fine alla sofferenza? Se fossimo certi di non soffrire più, di rinascere sotto altra e più splendida forma, quanti avrebbero varcato da soli la soglia inesplorata del continente senza ritorno? Molti, ma noi non possiamo sapere: è l'ignoranza del dopo la morte a conservare il mondo.

Nicole ha detto...

Vorrei non averti letto...mi sento così oggi e mi sono riflessa!

P.S.
Incandescente da te!

Follementepazza ha detto...

oooh...qualcosa di simile la penso quasi ogni giorno quando vedo ad esempio che meraviglia è il sole..o un paesaggio...qualcosa che percepisco magnifico che evidenza di qnt l'umanità(almeno per quanto mi riguarda)sia qualcosa forse troppo limitata...
(p.s.:non sò qnt qst possa avere un senso...)

Myriam ha detto...

Non m'importerebbe del successo, lo sacrificherei per potere avere due ali e non solo una: almeno mi consentirebbe di volare ed essere dove vorrei essere e in un determinato istante.In fondo in questo modo lascerei la mia strada e mi perderei negli spazi come dici tu.Chi sa...potrei anche raggiungerti per un abbraccio :) ognuno di noi lo merita Myriam

Roberta ha detto...

Non sei molto lontano dalla tua anima e le tue parole hanno fatto troppo rumore nella mia mente...ho sentito i tuoi versi dentro

Luna_tica ha detto...

B_week-end Lorenzo.
p.s.; ........ il resto è solo storia.

ellen ha detto...

atomo per atomo.
signor attore.
ha pensato cosa resterebbe da desiderare?
disintegrati anche i sogni.

Emi ha detto...

vorrei voler vivere...vorrei che il sorriso non mi abbandonasse mai...vorrei che il sole lo vedessi ogni giorno...
buon weekend da Emi...a presto