martedì 17 marzo 2009

Adesso basta
Non serve più a nulla
Scrivere cosa?
Pensare cosa?
Chi non capisce non capirà
E chi ha capito
Ha capito già
Allora basta
Dire che cosa?
E dirlo a chi?
E quando hai detto
E quando hai scritto
E quando hai urlato
Serve a qualcosa?
Cambia qualcosa?
Ti senti finalmente liberato?
povero me stesso
Non vedi che sei ancora vivo?
Non sono Buddha
Che deve solo respirare
Sono una piccola cacca
E non voglio farmi pestare

3 commenti:

ashasysley ha detto...

A volte anche io mi chiedo se vale veramente la pena di scrivere, parlare, dire ...
Oggi stesso ho detto di scrivere un breve manuale con tutte le mie fobie, i miei problemi e i traumi subiti.
Così quando andrò da uno psichiatra, non dovrò nuovamente riesporre tutto rischiando di far diventare la mia vita un arabesco senza senso.
Provate a dire mille volte "Amore", alla millesima volta vi sembrerà una parola come un'altra. Priva di quel senso che deve avere.

Così ora mi sembra la mia vita, per averla raccontata troppe volte, per aver speso troppe parole, a volte con le persone sbagliate, per aver ribadito fino alla morte gli stessi concetti, gli stessi bisogni.

Lorenzo mio ... a cosa serve? Scriverò il mio ultimo libro, con tutto quello che è l'arabesco della mia vita. Ogni volta che conoscerò una persona gliene presenterò una copia.
Sarà sicuramente meno denigrante di dover spiegare ad ognuno che si finge interessato a me il "perchè" di quello che sono.

NERO_CATRAME ha detto...

momento vuoto
di facile incomprensione
per gli altri verso di noi
e addirittura di noi stessi
quando mancano i confronti
diventa difficile
ma comunque scrivere fa bene
fa bene per se stessi
anche se come hai scritto prima
ci sentiamo inutili.

mIsi@Mistriani ha detto...

bastasse smettere di scrivere per evitare di farsi pestare...

bisognerebbe smettere di vivere.